wpid-20140417_154950.jpg

Old Delhi, il mercato delle spezie.

New Delhi, dopo due giorni di acciacchi fisici, decido di sfruttare gli ultimi scampoli del tempo che mi resta in India per andare alla ricerca della più grande moschea dopo quella della Mecca, Jama Masjid. Sara, un’amica esperta dell’India, me l’ha raccomandata. Parto avendo una vaga idea di come arrivarci a piedi, ma ho imparato che l’importante è fare il primo passo poi qualcuno mi darà un’indicazione. Dopo quasi un’ora di strade sbagliate e di caldo torrido […]

Continua a leggere…

)

India, visita al Bare Foot college

Se si pensa alla rivoluzione Gandhiana e a cosa ne è rimasto,  si può dire che il Bare Foot College sia una delle più grandi istituzioni che ha ripreso gli elementi di questa cultura, ne ha fatto tesoro e li ha adattati ai tempi che corrono. La Ngo si estende in due campus immersi nel deserto Rajastano, nella zona a nord-ovest dell’India. Una visita è obbligatoria per chi crede che un modello di sviluppo diverso […]

Continua a leggere…

Corso di musica a Pushkar

Il corso di musica a Pushkar

Dopo mille chilometri in auto, tanto separa Varanasi da Ajmer, arrivo a riposarmi per un paio di giorni in un’oasi di pace poco distante. Arrivo a Pushkar. La strada diventa a mano a mano sempre più desertica, il Rajastan diventa sempre più brullo e la temperatura estremamente calda nonostante sia solo febbraio. L’arrivo è diverso dalle altre città, qui il traffico non è così asfissiante, i rumori non sono così assordanti. Non c’è la calca di […]

Continua a leggere…

Wall of creation - Varanasi

India, artisti di strada contro l’inquinamento.

Quali sono state le più grandi rivoluzioni nella mente dell’uomo? Da chi sono partite? Chi sono stati nella storia i più grandi personaggi nell’immaginario collettivo? Molto spesso non sono state persone coinvolte nella politica, ma piuttosto collegate all’arte.   Persone che con il loro nuovo modo di essere e di fare hanno ispirato milioni di altre persone. Oggi in India, precisamente a Maranehel Gath (Gath significa scalinata) di Varanasi un giovane ragazzo con il suo Wall of Creation sta provando a essere di […]

Continua a leggere…

La visita dal medico tibetano

Ammalarsi non è mai una bella cosa, soprattutto se non sei a casa. Se sei in viaggio star male può diventare un grosso problema, soprattutto se sei in un paese che consideri terzo mondo o quasi. Tutto si amplifica, i dolori sembrano insopportabili, la febbre sembra altissima, le domande in testa diventano urla: “Magari è malaria, magari è qualcosa di cui si può morire, magari ho mangiato qualcosa che….magari,magari,magari”.   I magari diventano una tempesta di […]

Continua a leggere…

Lavoratori nella fabbrica di mattoni

Visita alla fabbrica di mattoni, dove non esistono diritti umani

Dopo aver lavorato per anni nel settore dell’edilizia, sto bevendo il chai con un amico. Si sta discutendo del prezzo dei mattoni nella zona. In questa zona dell’India tutto è fatto con i mattoni, quelli pieni, quelli fatti come una volta. Le case, le pavimentazioni, le murette, tutto è mattone tutto arriva dalla terra. Sto facendo mentalmente il calcolo del prezzo del mattone in India e scopro che un pezzo costa 6 rupie, circa 7 […]

Continua a leggere…

Varanasi, santone indiano davanti alle pire.

Varanasi, i morti, i cani e la bestialità dell’uomo.

Varanasi, Benares, Kashi. L’arrivo non è qualcosa che si dimentica facilmente. E’ come il primo morto. Ti resta dentro, nella testa per molto tempo. In un mare di colori, sguardi, odori e bestie tutto si fonde come metallo incandescente. E’un liquido caldo, denso che ti entra dentro e ti brucia. L’aria è pesante, l’inquinamento è insopportabile. La terra dei fuochi partenopea in confronto è l’Eden. E’ sufficiente un’ora nelle strade e subito i polmoni si […]

Continua a leggere…