Tiziano Terzani

Tiziano Terzani risponde a Oriana Fallaci – 2001

Il senso di questo messaggio è ancora più attuale oggi, in cui la legge dell’ “occhio per occhio” sembra prevalere nella pancia della gente occidentale. Il Sultano e San Francesco Non possiamo rinunciare alla speranza Oriana, dalla finestra di una casa poco lontana da quella in cui anche tu sei nata, guardo le lame austere ed eleganti dei cipressi contro il cielo e ti penso a guardare, dalle tue finestre a New York, il panorama […]

Continua a leggere…

La depressione – Un indovino mi disse (Tiziano Terzani)

In quelle condizioni era naturale essere depresso, come è naturale che lo sia per chiunque abbia ancora un’idea di quel che la vita potrebbe essere e non è. La depressione diventa un diritto, quando uno si guarda attorno e non vede niente o nessuno che lo ispiri, quando il mondo sembra scivolare via in una gara di ottusità e di grettezza materialista. Non ci sono più ideali, non ci sono più fedi, non ci sono […]

Continua a leggere…

Cucù – La fine è il mio inizio (Tiziano Terzani)

Orsigna, 12 marzo 2004 Mio carissimo Folco, sai quanto odio il telefono e quanto mi è ormai difficile, con le pochissime forze che ho, scrivere anche due righe così. Per cui niente “lettera”, ma un telegramma con le due o tre cose a cui ancora tengo e che è importante tu sappia. Sono terribilmente affaticato, ma serenissimo. Adoro essere in questa casa e conto di non muovermi più da qui. Spero di vederti presto, ma […]

Continua a leggere…